Cosa vedere e fare a FINISTERRE

Cosa vedere e fare a FINISTERRE

riassunto

Cose da fare a FINISTERRE

Se c’è un luogo che si distingue per la sua imponente bellezza, questo è Finisterre. Di seguito, ti presentiamo una serie di cose da fare a Finisterre e luoghi da visitare che non puoi perderti. Prendi nota di tutti loro!

prodotti di Galicia travels

Il faro e il capo di Finisterre

Senza dubbio, il famoso faro di Finisterre è la principale attrazione di questa zona che è carica di storia. Un luogo che per i romani rappresentava il finis terre La fine del mondo conosciuto. Qualcosa che ha portato a quello che è oggi: una zona che ha, prima di tutto, una grande carica simbolica.

Visitare il cosiddetto faro di Finisterre significa recarsi al faro più occidentale d’Europa, godendo così di una fantastica vista sull’Oceano Atlantico e su tutta la costa circostante.

Inoltre, senza lasciare questa zona potrete trovare il cosiddetto monte Facho, sul quale potrete visitare l’Eremo di San Guglielmo e le Pietre Sante.

Lungomare e zona centro

Naturalmente, vale la pena di andare anche nella zona del lungomare di Fisterra, per avvicinarsi al cosiddetto mercato del pesce finisterrana e al suo mercato municipale.

Inoltre, se fate un tour lungo la passeggiata della Ribiera, potrete raggiungere la sua spiaggia. Così sarete in una zona in cui si può godere di una miriade di ristoranti e bar dove gustare pesce e frutti di mare.

Proprio in questa zona avrete la possibilità di visitare il monumento al Migrante, la cappella di San Guglielmo, il castello di San Carlo e il cimitero di César Portela, tra gli altri punti.

Il Cabo Fisterra

Castello di San Carlos

D’altra parte, il cosiddetto Castello di San Carlo è un luogo risalente al XVIII secolo per proteggere Fisterra dei pirati che arrivavano fino alla costa. Attualmente è la sede del Museo del Mare, un luogo dove il visitatore può conoscere di più sulla pesca.

Il Cammino di Santiago

Come molti sanno, Finisterre è una delle tappe finali per molti che faranno il cammino di Santiago e si spostano a Santiago de Compostela. Se decidete di andare nella zona troverete il cosiddetto stivale del pellegrino in cima al faro. Rappresenta l’inizio di una nuova fase che si raggiunge dopo aver bruciato tutto il materiale e fatto il Cammino di Santiago.

Oggi sono molti i pellegrini che allungano il Cammino per visitare il santuario della Madonna della Barca, che si trova a Muxía, e anche per andare a vedere il Santo Cristo de Finisterre, situato nella Igrexa de Santa María das Areas.

La cascata di Ézaro

A circa 25 chilometri a est, si può visitare la zona della Fervenza do Ézaro. A questo punto, i pellegrini possono vedere una delle cascate più belle di Galicia. È un luogo di grande bellezza e facile accessibilità, quindi vale la pena visitarlo.

Per arrivare a questo punto dovrete parcheggiare a circa 500 metri di distanza, in modo da lasciarvi alle spalle un mercatino delle pulci. A questo punto, avrete la possibilità di salire su una passerella di legno che vi porterà verso la zona della cascata per godervela. Inoltre, non bisogna dimenticare che a pochi metri si trova il cosiddetto Miradoiro do Ézaro, da dove si vedrà una splendida vista sulla spiaggia e su Ézaro e sul monte Pindo.

Il Monte Pindo

Il Monte Pindo è un altro dei punti da non perdere a Finisterre. Conosciuta come l’Olimpo dei Celti, è una montagna alta circa 600 metri, perfetta per fare escursioni e godersi la natura. Si trova vicino alla spiaggia di Carnota e offre una splendida vista sulla zona.