Cosa vedere in Galizia (II)

Cosa vedere in Galizia (II)

Sommario

Cosa vedere in Galizia (II)

In questo secondo testo su cosa vedere in Galizia continuiamo a proporvi luoghi unici che non potete perdere se venite in questa terra. La scelta dell’uno o dell’altro dipende dalle vostre preferenze, dalla vicinanza all’itinerario che avete stabilito e, soprattutto, dal numero di giorni che intendete dedicare a questa regione.

Prodotti da viaggio in Galizia

Fisterra

Fisterra, a A Coruña, è una località unica e piena di magia che non potete perdere se visitate la Galizia. Senza dubbio, uno dei punti più emblematici è il faro all’estremità di Capo Fisterra. Ma si distingue anche, senza dubbio, per i suoi paesaggi e le sue spiagge di grande bellezza. Inoltre, se volete vivere i migliori tramonti della Spagna, questo è il posto che fa per voi.

Cabo Vilán

Capo Vilán si trova sulla Costa da Morte, in particolare in una zona molto vicina a Camariñas. È anche un luogo idilliaco per osservare i tramonti e ammirare le scogliere.

Capo Ortegal

D’altra parte, Capo Ortegal è un promontorio dove si possono ammirare i suoi paesaggi aspri e anche una delle scogliere più alte della penisola.

L’intero promontorio è dotato di punti panoramici, dai quali è possibile osservare la bellezza del paesaggio da diverse angolazioni.

Cattedrale Basílica dell' Assunzione

Estaca de Bares

Estaca de Bares è la località più a nord della penisola iberica e, senza dubbio, uno dei luoghi più belli da visitare in Galizia. È anche il punto in cui il Mar Cantabrico e l’Oceano Atlantico si fondono. Qui si può ammirare il faro di Estaca de Bares.

Mondoñedo

Mondoñedo è uno dei villaggi più belli della Galizia. Ha un gran numero di monumenti e un bel centro storico, con la Basilica Cattedrale dell’Assunzione come punto di riferimento.

Muralla Romana de Lugo

Un altro luogo da non perdere se si va in Galizia è la Muraglia romana di Lugo. È un sito di bellezza unica, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dal 2000. Grazie al suo eccellente stato di conservazione, è un esempio di fortificazione tardo-romana di eccellente valore storico.

Castro de Baroña

Castro de Baroña è un luogo ideale per visitare le Rías Baixas. Si tratta di un importante sito archeologico costituito da 20 abitazioni che furono abitate già nel I secolo a.C.. Il tutto in una splendida cornice naturale con una vista impareggiabile.

Cambados

Senza lasciare le Rías Baixas troviamo Cambados. Si trova nella zona di Arousa ed è un bellissimo villaggio di pescatori dove vale la pena visitare zone come la Torre di San Sadurniño, la Plaza de Fefiñás o le rovine di Santa Mariña.

Famoso anche per la festa nazionale del vino Albariño (la prima domenica di agosto);queo tipo di vino ha un’elevata gradazione alcolica e una notevole acidità. Ha un grande potenziale aromatico fruttato con sfumature floreali. I suoi monovarietali sono i vini bianchi più prestigiosi della Galizia. È consuetudine consumarli giovani, anche se alcune cantine li preparano con l’invecchiamento in botti.

O Cebreiro

O Cebreiro è un villaggio considerato l’ingresso della Galizia se si segue il Cammino Francese sul Cammino di Santiago. Qui si possono ancora vedere diverse pallozas, tipiche abitazioni locali costruite in pietra e con tetti di paglia.

Inoltre, qui potrete ammirare il museo etnografico, la chiesa preromanica che si è conservata intatta nella parte più antica del Cammino di Santiago de Compostela.

Un piccolo paesino che vale la pena visitare per la sua particolarità.

In conclusione

Come letto in precedenza,  questa regione è ricca di posti molto carini da visitare, non è solo Santiago de Compostela, ma molto di più.

Nel caso l’articolo ti sia piaciuto, noi del team di Galicia Travels , ti invitiamo a leggerne altri sui nostri blog